venerdì 25 settembre 2015

Ieri

Ieri giornata di riposo dal lavoro. Io sono una turnista lavoro 24 ore in tre giorni e poi ho una giornata di riposo. Nella casa nuova c'è tanto da fare e mi sembrava di non riuscire a gestire il tutto. Quindi ho cominciato a cercare aiuto in internet, e mi sono imbattuta in diversi blog e video su Youtube dedicati all'organizzazione. Alcuni sono davvero divertenti e ...assurdi! Altri interessanti ma soprattutto in grado di darmi l'input giusto. E così mi sono creata una tabella settimanale x i lavori di casa e soprattutto sto cercando di abituarmi a non procrastinare, e devo dire che riuscire ad affrontare e fare una cosa noiosa alla fine mi da un'enorme soddisfazione.
Ieri è stata una giornata soddisfacente da questo punto di vista, quelle giornate che si concludono con un fiore colto in giardino che danno un bel tocco alla casa e una serata in divano a xxx e finire un piccolo schema comprato a Formigine


Mi è stato commissionato da mia mamma. Vuole fare una borsa. 

martedì 22 settembre 2015

Come fai?

Ieri mi è stata rivolta questa domanda. Come fai a fare tutto quello che fai, dimmi il segreto. Ho subito pensato che non faccio nulla di eccezionale che altri non possano fare. Poi però mi sono chiesta del perché della domanda, e la risposta me la sono data pensando a questo fine settimana passato al Taramelli.
Il Taramelli è il nostro (mio e di mio marito) rifugio del cuore. Il posto dove da anni veniamo a fare una vacanza-lavoro, e per farlo ci prendiamo ferie. Ai più sembriamo pazzi: prendere ferie dal lavoro per andare a lavorare gratuitamente. 
Ma l'amore per la montagna è più forte della fatica. Svegliarsi alla mattina e godere di questa vista ripaga della fatica quotidiana. E' un momento nostro prima dell'arrivo dei gitanti che chiederanno canederli, polenta e salsicce, patate e speck, birra, caffè e grappa.




Si correrà dalla cucina ai tavoli, dalla cantina alla cucina, ci si urterà perché lo spazio è ristretto e si riderà sotto i baffi quando qualche tedesco dopo la terza schnaps si alzerà dal tavolo barcollando. Ma poi i gitanti se ne vanno e le montagne tornano ancora nostre e noi padroni assoluti del rifugio.


E si torna a lavorare la biancheria stesa al sole, I tavoli da sistemare e Ares da recuperare perché stanco che nessuno lo badi se ne va per i fatti suoi.


Non mancano i momenti di svago: per me un libro da leggere o un ricamo da iniziare.


e la coccola del gestore che prepara torte spettacolari e che noi volontari d'anima ci sacrifichiamo ad assaggiare.


E' la passione e l'entusiasmo il segreto per cui faccio quello che faccio. Voglia di vivere, di innamorarmi ed essere innamorata. Curiosa di conoscere cose nuove, di viaggiare, di confrontarmi con le persone. E sicuramente non potrei fare nulla di ciò se non fossi sostenuta ed accompagnata da l'uomo che ho felicemente scelto molti anni fa. 

mercoledì 16 settembre 2015

Nasce un nuovo Pinocchio

A volte succede che non me ne accorgo subito, ma poi una mattina aprendo le finestre me lo trovo lì dormiente sulla libreria. Tutto nudo e inerme. Non ha fili e aspetta le sue braghette, la giacchetta e il cappellino. Ma due foto non posso non farle, è troppo bello.


Chi la messo lì? Chi l'ha fatto? Mauro.