giovedì 26 febbraio 2015

Mia figlia

Lo so è un post molto personale quello che sto per scrivere, ma voglio fissare questa cosa in qualche modo, in qualche posto.
Le cose non accadono mai per caso perchè proprio oggi che per vari motivi mi sento giù e di cui mia figlia non è al corrente, lei mi manda questo messaggio su wa.

"Ieri mi sono state dette due frasi che mi hanno fatto riflettere e aiutato molto per certi versi. Credo che piacerebbero anche a te maman. La prima é: "non sempre puoi decidere con chi stare, ma puoi sempre decidere da chi farti influenzare" e la seconda, forse più vaga é: "tutto ciò di cui hai bisogno é già dentro di te." Ma sei una donna forte e queste cose, anche se non espresse, le pensi giá. Ti voglio tanto tanto bene."

Non aggiungo altro, solo tanta commozione.




domenica 22 febbraio 2015

Parigi

Non mi stanco mai di vederla. Sono innamorata di questa città. E' vero che da cinque anni a questa parte ci vado in occasione dell' "AIGUILLE EN FÊTE" ma è anche vero che ci andrei comunque anche senza fiera. E in attesa di scaricare le foto dalla digitale (quest'anno mi sono organizzata con la Canon semi professionale) ecco alcune foto scattate con il cellulare dell'amata torre.



E un piccolo ricamo dei gatti parigini, schema e stoffa presa in fiera e ricamata appena tornata a casa. Il piccolo magnete fa bella mostra sulla porta del frigorifero, e ricorda la passeggiata a Montmartre, incantevole in ogni stagione, con i suoi negozietti e i pittori in piazza, e la crepes allo zucchero mangiata per strada. Appena trovo tela e cavalletto proporzionato al ricamo lo preparo come fossi io stessa pittrice di questa incantevole città.


giovedì 5 febbraio 2015

Convivio

Ho riscoperto questa parola leggendo un libro. E' una parola ormai desueta che mi ha riportato ai tempi del liceo quando studiavo filosofia e immaginavo i filosofi greci, che tanto mi sono piaciuti, a mangiare e a parlare di tutto e di più per ore e ore....
Ok io non ho fatto proprio un convivio, ma lunedì scorso ho avuto l'onore di ricevere nella mia casetta austriaca due amiche: una di vecchia data e una nuova nuova tanto graziosa.
E allora un po' mi sono sbizzarrita in cucina e ho provato due ricette nuove di dolci trovate sui blog.
Fagottini di mele, semplici da fare ma molto buoni, e una torta di arance, che non ricordo purtroppo da dove ho preso la ricetta, da migliorare perchè non è proprio venuta soffice come vorrei. Comunque ho offerto questi dolci alle mie amiche e la mattinata è volata tra chiacchiere ricami e scambi di idee.

E quando, con sommo dispiacere se ne sono andate, ho sistemato un angolino di casa, con un nuovo cuore ricevuto in regalo.