martedì 24 dicembre 2013

Un dono Hand-Made

Per la mia amica Luisa che ieri ha compiuto gli anni, una piccola renna natalizia (schema Tralala), montata su un piccolo telaio di legno. 

sabato 21 dicembre 2013

Venzone

Venzone è una piccola cittadina in provincia di Udine, quasi completamente rasa al suolo da terremoto del Friuli del 1976. Grazie agli aiuti giunti da tutto il mondo e alla tenacia dei suoi abitanti il paese il paese è stato ricostruito ed è a tutt'oggi un modello della ricostruzione avvenuta in Friuli a seguito del terremoto. 
A testimonianza del scisma rimangono le rovine di una chiesa che si incontrano subito appena varcate le mura.

Ma basta alzare gli occhi per vedere le bellissime finestre di un palazzo veneziano



Comunque a Venzone ci fermiamo spesso a prendere un caffè andando o tornando dalla montagna.
L'8 dicembre abbiamo avuto la fortuna di incappare in un Mercatino di Natale un po' particolare, dedicato alla lavanda.


Qualche foto per catturare l'allestimento in occasione di questa manifestazione.



Ed il bel presepe e un singolare albero preparato in una pasticceria


E prima di andare via uno sguardo al bellissimo Duomo ricostruito pazientementecon le pietre originali dopo la sua distruzione durante il terremoto.






mercoledì 18 dicembre 2013

Si riparte. A dire il vero non sono stata, anzi nemmeno Nonna lo è stata, con le mani in mano. Ma l'estate mi ha distratto e fatto trascurare il blog. Ma ora ecco un lavoro finito questa sera, iniziato il giorno stesso di quando ho ricevuto questo bellissimo strofinaccio da un'amica di xxx. Ci stavano giusti alcuni schemi di Parolin 30x30 crocette nei riquadri di aida.


Particolari dello stroffinaccio, anche se la luce artificiale crea ombre.


giovedì 18 luglio 2013

Un'altra borsa

Questa volta con la rafia. Mi diverto e mi rilasso a farle. Questa l'ho regalata ad un'amica.


Un'amica che riesce sempre a stupirmi

Ci conosciamo ormai da un po' di anni. Siamo amiche di xxx. E' una persona speciale che ha sempre un pensiero per le amiche. E allora merita che qualche volta si pensi a lei.
Ecco che cosa le ho preparato per il suo compleanno. Proprio lei aveva comprato questo schema a "Fili senza tempo" a Formigine dove eravamo andate insieme. Ma io so che lei non avrebbe trovato il tempo per ricamarselo e allora ho pensato di farglielo io.


E alla prima occasione che ci siamo viste gliel'ho dato ma lei ancora una volta mi ha stupito regalandomi questo bellissimo stroffinaccio. Grazie Barbara.


sabato 6 luglio 2013

Tardava la primavera!

Mai come quest'anno ho sentito il bisogno di godere del risveglio della natura.
La primavera si è fatta desiderare e tutto sommato si è vista poco.
Presa da questo desiderio ho ricamato "Dolce risveglio" di Parolin in una banda Vaupel. 
Poi il problema è stato trovargli un posto dove appenderlo...e così l'ho messo in bagno.
Alla mattina con gli occhi ancora mezzi chiusi lo guardo e anche se non sempre è un dolce risveglio (alle 5 della mattina con la prospettiva del lavoro...) mi da piacere.

lunedì 1 luglio 2013

Ritardo

Quest'anno è tutto in ritardo: la primavera, l'estate e anch'io che ho ricamato ma non ho fatto post sul blog.
In montagna la neve caduta tardivamente ha reso difficile trasportare il materiale che serviva per l'apertura del rifugio. E che siamo comunque riusciti ad aprire, il Rifugio Boè era sotto a 5 metri di neve, si vedeva solo la punta del tetto. Domenica poi a Cortina hanno pure riaperto le piste da sci!!!


E in rifugio era bello stare al calduccio della stufa economica e gustare il pane caldo e fragrante cotto a legna. (fatto da Mauro).
Per la prima volta ho visto i fiori del larice e ho visto i crocus lasciare il posto ai bellissimi ranuncoli gialli

  

Ed ecco il mio regalo a Nonna Ardelia per la festa della mamma. Poi dice che non ricamo mai nulla per lei!


Anche Nonna sta facendo molte cose di cucito, ma essendo regali non li posso mostrare fino a quando non sono stati consegnati.

mercoledì 26 giugno 2013

Perpetua

Ebbene sì, anch'io sono stata contagiata dall'ultima tendenza sulla pasta madre.
Seguendo la ricetta indicata sul sito di Giallo Zafferano, me la sono creata e dopo circa 15 giorni ecco il risultato.

Una volta pronta ho cercato sempre sullo stesso sito una ricetta per poterla sperimentare e ho trovato quella delle treccine dolci. Mi sono messa all'opera e stamane le ho cucinate. Eccole belle dorate e fragranti e buone, credetemi!


E siccome sembra che la pasta madre debba avere un nome, ne ho dato uno anche alla mia: Perpetua.
E domani si riplica con una nuova ricetta.

martedì 18 giugno 2013

Tra i monti...

mentre impervia Ade in pianura!
Chissà perchè dobbiamo assegnare nomi alle ondate di caldo che ci accompagneranno per tutta l'estate. Io comunque fortunatamente questa prima ondata me la risparmio. Come ogni anno sono venuta Al Taramelli in Val di Fassa ad offrire il mio lavoro in cambio di ospitalità. Ormai sono di casa tanto che il gestore se ne va a Trento e io rimango a bada del rifugio. In realtà non sono sola ma con Mauro e la mia cagnona.


Qui si lavora ma si ricama pure. Ed ecco cosa ho prodotto utilizzando uno schema free de "Il Telaio" di Silvia di Povolaro.

giovedì 2 maggio 2013

Visita ad un'amica

E il viaggio a Roma è stata l'occasione per incontrarmi con un'amica di xxx e di conoscere la sua bellissima bimba.
Con Nonna abbiamo pensato di confezionare questi doni.

  Un cuscinetto per la bimba, battezzata il giorno prima.


 Un cestino realizzato da Nonna per contenere il set di ricamo preparato da me.

Roma città eterna

Ebbene sì!
Nonna meritava questo viaggio a Roma.
E' sempre molto presente per me e la mia famiglia, è un aiuto morale e pratico.
L'ho scarozzata in giro per Roma per tre giorni cercando di farle vedere il più possibile.
Ma Roma è una città talmente ricca che ci sarebbe voluto un mese, ma ci accontentiamo.
Siamo state fortunate con il tempo, anzi abbiamo assaporato l'estate che da noi deve ancora arrivare.
Ecco una piccola carrellata di foto, sono in ordine sparso, ma quella più curiosa riguarda la cosa che ha fatto felice nonna; abbiamo trovato, per puro caso, la casa dove è nato il suo beniamino: Claudio Villa.
Le ultime due foto sono simpatiche, molti ristoranti avevano all'ingresso composizioni di carciofi e poi quel palo rivestito con la lana non poteva sfuggirmi. L'ho fotografato soprattutto per la mia amica Rina che fa cose molto belle e simpatiche insiema alla sorella Anna.