martedì 29 novembre 2016

Aspettando il Natale

Il Natale quando arriva mi coglie di sorpresa e mi trova impreparata.
Cerco ogni anno inutilmente di pianificare ogni cosa. 
Al momento grazie a Nonna Ardelia qualcosa si sta muovendo, lei fa il più io poi assemblo e curo i dettagli.
Di sicuro il primo dicembre le nipoti avranno come ogni anno il loro calendario dell'avvento.



Quest'anno è formato da tante piccole manopoline di pannolenci appese a dei rami in stile shabby.

Ma sono pronti anche i bigliettini di auguri da spedire, basta imbustare e andare in posta.





Ieri sera ho poi rifinito un piccolo pensiero per alcune amiche che incontreremo domani




Ma poi c'è l'albero e il presepe da fare, la spesa per il pranzo di Natale, i regali da prendere ....
Ma si anche quest'anno ce la farò perché poi l'importante non è la perfezione ma la serenità e l'amore.

venerdì 25 novembre 2016

Granny


Ora si chiama Granny, ma per me sono le mattonelle che sanno di infanzia.
Avevo sei anni quando imparai a lavorare all'uncinetto. 
Nel mio condominio abitava una signora che amava l'ordine e la tranquillità. Negli afosi pomeriggi d'estate teneva noi bambine, tre sorelle rosse di capelli e io, sedute all'ombra degli alberi del giardino e con pazienza ci insegnava il punto catenella, il punto basso e il punto alto.
E dalle mie piccole mani nascevano lunghe corde di catenelle, o strisce sbilenche pseudo sciarpe, e tante mattonelle colorate.
E siccome si dice impara l'arte e mettila da parte, qualche tempo fa mi è tornata la voglia di tuffarmi in gomitoli colorati di lana e preparare delle mattonelle che poi ho unito per farne uno scaldotto.




Sarà un caldo dono portato da Santa Lucia

domenica 20 novembre 2016

Un week-end d'autunno


Sto vivendo un periodo incasinato al lavoro e qualche volta mi riesce difficile trovare la voglia di venire in ufficio, ma per mia natura cerco di trovare il "perché positivo" di ogni cosa, e questo albero nel giardino mi da il perché. Vengo ogni giorno per vedere i suoi bellissimi colori: i colori dell'autunno.
Però mai come in questo periodo sono stata presa da un impulso compulsivo di acquisti. 
Libri di ogni genere: di narrativa, di punto croce, di cucina. 
Il tutto probabilmente per compensare il periodo non tranquillo.
Tra i libri che ho preso ne ho preso uno di ricette di dolci di Irene Berni la proprietaria di Valdirose, un B&B immerso nella bellissima cornice della Toscana: Irene cura anche un blog che visito spesso per le sue bellissime fotografie mi fanno sognare. 
Le ricette del libro sono tutte molto semplice e golose. Ieri presa la palla al balzo ho preparato il castagnaccio, dolce che mia mamma adora.

                            

E così mi sono accorta che anch'io come nella famiglia di Irene ho qualche strumento di cucina datato che ci tramandiamo. Ho usato la vecchia teglia di alluminio di mia mamma per infornare il castagnaccio che una volta cotto si è rivelato come declamato nel libro con una superficie "abbronzata e screpolata".

                            

lunedì 14 novembre 2016

Potpourri di ricami

Tra le tante pazzie delle ricamine c'è il BFC acronimo di Birthday Floss Club, il cui significato letterale è Club del Filo del Compleanno.
Normalmente visto che si tratta di "ricamine" si regalano cose inerenti al nostro hobby.
Tra settembre ed ottobre mi sono ritrovata a xxx piccole cose da regalare e ora che le ho consegnate posso pubblicare i miei lavori.



Un porta lavoro per Barbara che ama le fate e il colore verde.



Una scatola per Faby che ama il rosa.



Un pasticcino per Luisa inserito in una scatola di latta assieme ad oggetti inerenti al tema dolce

E poiché è bello complicarsi la vita durante l'incontro in cui ci siamo scambiati i regali c'erano anche due SWAP che sono scambi a tema. Ed ecco i due lavori che ho preparato.


Uno schema del Telaio uguale per tutte con libera interpretazione nella confezione.
E qui Silvia del Telaio mi ha detto che ho azzardato ricamando con un filo marrone, colore di solito non scelto dalle ricamine, ma che a me pare proprio carino su questa tela a quadretti.



Un cuscinetto a tema autunnale (schema libero) ricamato ad un filo.

E ora posso dire che finito tutto ho tirato un sospiro di sollievo???

mercoledì 9 novembre 2016

2 vassoi, 2 ricami, 2 autrici per 2 regali


Concluso il Sal di Maryse 2016 a cui ho partecipato compilando diligentemente mese per mese la finestrella, restava il problema di come confezionarlo. Farci il solito quadro o il solito cuscino? Ho invece trovato questo vassoio a cui ho attaccato due gancetti per appenderlo. Non sono soddisfatta della confezione ma di meglio non ho saputo fare.

Diversamente sono molto contenta di come mi è venuto confezionato il vassoio con il ricamo fatto da Nonna Ardelia. Un pannello di plexiglass lo protegge e quindi si può usare proprio come vassoio.
Il soggetto del ricamo è davvero dolcissimo.



martedì 1 novembre 2016

Halloween o Ognissanti?

Ogni anno se ne parla. Chi sostiene che Halloween è una brutta festa e chi la celebra.
Portata in Italia dai film per bambini ma soprattutto nelle scuole quando hanno reso obbligatorio l'insegnamento di una lingua straniera (quasi sempre l'inglese) nelle scuole elementari.
Insegnare l'inglese attraverso il gioco, le canzoni e anche le tradizioni anglosassoni. E così le mie figlie sono cresciute con nuove tradizioni e ci si sono trovate pure bene.
Dal canto mio pur non essendo una fanatica di questa festa ho lasciato fare e anno dopo anno ho preparato i sacchettini di dolci per i bimbi che bussavano alla mia porta. "Dolcetto o scherzetto?".
Che poi noi a Venezia abbiamo una tradizione simile il giorno di San Martino con i bimbi che armati di mestoli e pentole con grande baccano suonano i campanelli per farsi dare i dolcetti.
Ho anche ricamato volentieri qualche soggetto di Halloween qualche anno fa che tiro fuori ad ottobre.


Vorrei in seguito fare anche l'albero di Halloween come faccio quello di Pasqua ed infatti ho iniziato a ricamare dei cuscinetti da uno schema di Primitive Hare. Chissà quando li finirò!!!

Però come dice il titolo non ho mai abbandonato le nostre vere tradizioni, che sono quelle di mettere in tavola caldarroste e patate americane che si gustano con un bicchiere di vino nuovo, che qui noi chiamiamo torbolino. Accompagnate dalle fave dolci, tipiche della tradizione veneziana e triestina.

Foto presa dal web
Sono le cose semplici da offrire a parenti e amici per ricordare insieme i nostri defunti in questi giorni dedicati alla loro memoria. 


mercoledì 26 ottobre 2016

Triveneto



34^ Raduno del Triveneto - Vanzago (Mi), 9 ottobre 2016

Siamo nel decimo anno dei nostri incontri.
Triveneto solo di nome, perché in realtà è aperto a tutte coloro che hanno voglia di amicizia e allegria, di uno stacco alla quotidianità fatta di lavoro, casa, figli, sacrifici. Sacrificio è anche per molte riuscire a mettere due xx, magari rubando il tempo al sonno. 
Da un hobby è nata nel tempo una grande bella amicizia che non parla solo di xxx ma di tutto quello che ogni giorno ci fa soffrire o ridere, a volte è un mutuo soccorso altre la condivisione di piccole pazzie.

E per questi raduni ognuna di noi prepara un piccolo ricordo della giornata che verrà estratto e portato a casa a memoria. Io ho riempito una vetrinetta di bellissime cose che guardo e riguardo.

Io questa volta ero a corto di idee e mi sono ripetuta, ma mi è piaciuto il mix di colore che ho scelto.
Il mio presente poi è andato ad Anna che ama l'azzurro. A volte sembra che anche se si estrae un numero nulla vada a caso.