giovedì 26 febbraio 2015

Mia figlia

Lo so è un post molto personale quello che sto per scrivere, ma voglio fissare questa cosa in qualche modo, in qualche posto.
Le cose non accadono mai per caso perchè proprio oggi che per vari motivi mi sento giù e di cui mia figlia non è al corrente, lei mi manda questo messaggio su wa.

"Ieri mi sono state dette due frasi che mi hanno fatto riflettere e aiutato molto per certi versi. Credo che piacerebbero anche a te maman. La prima é: "non sempre puoi decidere con chi stare, ma puoi sempre decidere da chi farti influenzare" e la seconda, forse più vaga é: "tutto ciò di cui hai bisogno é già dentro di te." Ma sei una donna forte e queste cose, anche se non espresse, le pensi giá. Ti voglio tanto tanto bene."

Non aggiungo altro, solo tanta commozione.




domenica 22 febbraio 2015

Parigi

Non mi stanco mai di vederla. Sono innamorata di questa città. E' vero che da cinque anni a questa parte ci vado in occasione dell' "AIGUILLE EN FÊTE" ma è anche vero che ci andrei comunque anche senza fiera. E in attesa di scaricare le foto dalla digitale (quest'anno mi sono organizzata con la Canon semi professionale) ecco alcune foto scattate con il cellulare dell'amata torre.



E un piccolo ricamo dei gatti parigini, schema e stoffa presa in fiera e ricamata appena tornata a casa. Il piccolo magnete fa bella mostra sulla porta del frigorifero, e ricorda la passeggiata a Montmartre, incantevole in ogni stagione, con i suoi negozietti e i pittori in piazza, e la crepes allo zucchero mangiata per strada. Appena trovo tela e cavalletto proporzionato al ricamo lo preparo come fossi io stessa pittrice di questa incantevole città.


giovedì 5 febbraio 2015

Convivio

Ho riscoperto questa parola leggendo un libro. E' una parola ormai desueta che mi ha riportato ai tempi del liceo quando studiavo filosofia e immaginavo i filosofi greci, che tanto mi sono piaciuti, a mangiare e a parlare di tutto e di più per ore e ore....
Ok io non ho fatto proprio un convivio, ma lunedì scorso ho avuto l'onore di ricevere nella mia casetta austriaca due amiche: una di vecchia data e una nuova nuova tanto graziosa.
E allora un po' mi sono sbizzarrita in cucina e ho provato due ricette nuove di dolci trovate sui blog.
Fagottini di mele, semplici da fare ma molto buoni, e una torta di arance, che non ricordo purtroppo da dove ho preso la ricetta, da migliorare perchè non è proprio venuta soffice come vorrei. Comunque ho offerto questi dolci alle mie amiche e la mattinata è volata tra chiacchiere ricami e scambi di idee.

E quando, con sommo dispiacere se ne sono andate, ho sistemato un angolino di casa, con un nuovo cuore ricevuto in regalo.

giovedì 29 gennaio 2015

I giorni della merla

Questi sono i giorni della merla, infatti da due giorni ci svegliamo con il giardino ricoperto di brina e il termometro che segna sotto zero. Vien voglia di ricacciarsi sotto il piumone e chiudere gli occhi. Oppure sedersi sul divano al calduccio a ricamare questa dama che ancora ha il sapore dei biscotti alla cannella, di arancia e tea alla vaniglia.
Un lavoro iniziato con alcune amiche l'anno scorso, Susanna, Maria, Laura ed Elisa. Ma poi guardando bene ci si accorge che la natura sotto sotto lavora e si prepara per la primavera.

martedì 20 gennaio 2015

Ancora Parolin

Sto sistemando nella casa nuova una stanza che diventerà la stanza di lavoro mia e di Nonna Ardelia. La cosa che ci stupisce è come e dove tenevamo tutto questo ben di dio. Comunque è saltato fuori un piccolo ricamo di qualche anno fa e subito è scattata la molla di come confezionarlo. Ovviamente con Nonna detto e fatto.
Ricordo che nonostante abbia usato una tela aida 72 più semplice per me del lino, è stata una faticaccia perchè di xxx ce ne sono molte e anche colori. Però ne è valsa la pena anche perchè come potete vedere le case per gli uccellini ci piacciono molto. (anche a Thor)
Questa è la casetta fatta da Mauro. Il suo primo lavoro in legno nel nuovo laboratorio che sta allestendo. Eh si perchè anche lui ha voluto i suoi spazi.

sabato 17 gennaio 2015

Colle Santa Lucia

Io adoro la montagna e quando mi si presenta l'occasione di ricamare qualcosa di inerente, parto in quarta. Gli schemi che mi piacciono sono però qualcosa che richiamano il mio vissuto: le passeggiate, le escursioni, i boschi, le arrampicate. Quando ho visto questo nuovo schema di Parolin subito ho pensato ai miei monti, a questo piccolo paese nel Veneto da dove si ha una veduta superlativa del Pelmo Mi sono permessa di rubare in internet un immagine spero di non violare nulla anche perchè è una bella foto di questo signore Andrea Angelucci
Ed ecco allora il mio ricamo iniziato e giunto quasi a metà. Ho fatto una furbata, ho usato una banda a pois per risparmiarmi tutti i fiocchi di neve.
Ma immaginate che bello trovarsi lì durante una dolce nevicata! Mi sento di ringraziare Parolin per aver pensato ad un così bel schema.

Mi piacerebbe

Riuscire a tenere un blog come si deve, ad aggiornarlo e postare belle foto.
E' il mio proposito di quest'anno. Ce la farò? Il tempo è tiranno....