domenica 8 maggio 2016

Gita a Firenze



Torno sempre volentieri a Firenze. E non mi stancherei mai di girare per le viuzze del centro storico ammirando i sontuosi palazzi, entrare nelle bellissime chiese dalle facciate marmoree tipiche toscane, e salire nei colli soprastanti ad ammirare la città tagliata dall'Arno e dove spicca il Campanile di Giotto e la Cupola del Brunelleschi. Per non parlare di Ponte Vecchio con le sue botteghe.





La gita a Firenze è stata l'occasione per incontrare alcune alcune amiche.



Una scatola per le bustine del tea è stato il mio lavoro per la lotteria. Occasione per ricamare questo Tralala che da anni avevo in mente.
E un piccolo pensiero per ogni amica che potrà essere un utile strumento di lavoro per il nostro comune hobby.




lunedì 2 maggio 2016

Che barba che noia..

la gran moda di dare nomi al meteo in arrivo!
Una volta si parlava di gran caldo, di freddo polare, di piogge persistenti di vento forte e si capiva lo stesso senza scomodare i personaggi mitologici o storici.
Certo è che per essere il primo maggio fa un bel freddo, e quindi niente primo bagno al Lido come usavo da ragazza, ma golfini di lana e te caldi per riscaldarmi al lavoro ora che per legge il riscaldamento è spento.

E quindi per niente fuori stagione questo ricamo invernale per un'amica, insieme agli altri mesi ne verrà fuori una bella coperta;



e se non si guardasse il calendario nemmeno per questa stella di Natale che continua a fiorire da quel lontano 25 dicembre 2015.


Ma sperando in uno spiraglio di sole e temperature più miti sono passata a ricami più congrui alla stagione che verrà.



giovedì 21 aprile 2016

Che titolo dare...

a questo post che è un'accozzaglia di pensieri e lavori.
Per mettere un po' d'ordine alle idee inizio dalla cucina. Venerdì scorso sono andata alla seconda lezione di cucina. 
Menù vegetariano 

Gnocchi di patate di tre colori diversi: rossi per le rape, verdi per gli spinaci e gialli per lo zafferano.


Pasta brisè per polpettone di verdure servito su crema di piselli.


Crespelle con ripieno di asparagi servite poi con salsa Mornay (una delizia).

In questo menù comunque hanno fatto da padrone le uova usate praticamente per tutto, guai per chi è intollerante.

E ieri pomeriggio un po' per la voglia di dedicarmi alla cucina e un po' per bisogno mi sono messa ai fornelli e ho preparato riso rosso alle verdure, un polpettone di verdure questa volta prendendo la ricetta da giallo zafferano, involtini di tacchino con crudo e formaggio di malga e un antipasto di rucola pere formaggio di capra e gherigli di noci con una spruzzata di aceto balsamico.
Direi che soprattutto il polpettone di verdure ha avuto un buon successo visto che figlia e compagno hanno fatto il tris.


Il ricamo invece da qualche giorno langue, dopo aver preparato un paio di doni consegnati domenica.


Un banner a ricordo della prima comunione.




Una scatola personalizzata con un ricamo. E un piccolo biglietto che accompagna il regalo comperato in una cartoleria ma di fattura inglese. Potrebbe diventare un piccolo quadretto da quanto bello è.


E ora voglio dare risalto agli ultimi lavori di nonna. Idee nuove fresche per fare dei piccoli regali. 
Mi piace soprattutto il cuore porta lavoro da appendere.



Ma anche simpatico e primaverile il telaietto con la bimba che ricama.


Certo che ha le mani d'oro!!


martedì 5 aprile 2016

Ci sono

quei giorni in cui vai a letto soddisfatta e una giornata che al mattino prometteva pioggia si trasforma in una bella giornata comunque.
E questo perché quando ti affacci alla finestra per guardare che tempo che fa, ti accorgi che i ciliegi sono all'improvviso fioriti. E sono talmente belli che comprendi perché in Giappone dichiarano Festa nazionale. Non smetteresti di guardarli.


Ma devi smettere perché nonostante sia la tua giornata di riposo dal lavoro stipendiato, la casa richiede una pulita e il frigorifero una bella rimpinguata. E quindi spesa, cambio lenzuola, passata ai pavimenti, bagni e chi più ne ha più ne metta. 
Ma tra una cosa e l'altra mi fermo per ammirare il mio bel gattone che ha due occhi verdi stupendi. Il "gatto cane down" per chi conosce i miei racconti, ma vi assicuro che questo è più furbo che santo!
E poi siccome mi sono accorta che in dispensa sta per scadere una farina per muffins (ultimamente mi è presa una mania per il decluttering) mi metto all'opera così la colazione per domani mattina è garantita.


Stanotte ho dormito!

domenica 3 aprile 2016

Corso di cucina

Mi piace pasticciare in cucina e un po' anche me la cavo perchè ho avuto un'ottima maestra: Nonna Ardelia. Però vado anche ad estro e mi piace sperimentare cose nuove. Per questo mi sono iscritta ad un corso di cucina in tre serate proposto dall'Università Popolare, La prima serata era venerdì e un po' titubante mi sono recata all'appuntamento non sapendo per nulla come si sarebbe svolto il corso.
Ed infatti è stato un corso un po' particolare ma molto molto divertente e finito in una grande abbuffata.
All'inizio della lezione lo Chef ci ha dato e descritto il menù da fare. Dei cestini di spaghetti preparati con gli stampi dei muffin infornati con sugo di pomodoro e polpettine fritte. Con la pasta rimanente abbiamo fatto una torta di spaghetti usando lo stampo per il ciambellone. Per secondo del tacchino con succo di mela verde e mandorle servito con riso bianco saltato nel burro e del riso integrale con radicchio di Treviso e infine un dolce freddo al cioccolato nocciole e arachidi.




Oltre ovviamente a un'idea di cosa cucinare, che fa sempre comodo, ho potuto chiarire alcuni dubbi che avevo (ad esempio per friggere è meglio l'olio di girasole o di arachidi?) e imparare cose che non sapevo ad esempio come cuocere il riso da usare poi freddo per le insalate o per accompagnare delle pietanze e che sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco è più complicato di quello fondente e anche la procedura per fare i cioccolatini.
Infine mangiato e bevuto in ottima compagnia.


venerdì 1 aprile 2016

Non so resistere

Probabilmente ho l'animo inquieto e nonostante i molti lavori ancora da finire, non ho resistito al richiamo di un sal proposto in un gruppo capeggiato da Barbara che da qualche anno si dedica ai JJ (Jeremia Junction).
E così in due sere ho portato a termine la prima tappa


E' solo la base di una pila di panni pronta da stirare con un bel micio che se la dorme della grossa, esattamente come la mia Semola. 
Per il JJ ho preferito usare una tela aida, non sono una purista del lino anche se lo preferisco, ma per questo genere di ricami e anche per i LK li vedo meglio sulla tela tradizionale per il punto croce.

E per finire finalmente ho confezionato un ricamo natalizio. Si lo so sono fuori stagione ma me lo troverò pronto a Natale.


Non dirò ovviamente Buon Natale per ora.

domenica 27 marzo 2016

Marzo.....Buona Pasqua

Questo mese mi ha regalato tante emozioni: un'occupazione seria per Chiara, il completamento degli studi di Vale, una gita fuori porta a Milano con care amiche, l'emozione di vedere il Cenacolo del grande Leonardo.




Spiegare cosa provo in questo momento mi è molto difficile e mi fa commuovere al solo pensarci.
E allora meglio pensare al mio caro hobby e a piccoli lavori creati per delle care amiche.







BUONA PASQUA