domenica 17 luglio 2016

W la France


Qualche giorno fa quando ho finito questo bellissimo papero molto "français" volevo fare un post spiritoso sulla finale di calcio Portogallo - Francia.
Ma poi gli eventi di questa settimana mi hanno fatto ripiombare nel buco nero della tristezza e della impotenza. 
Una settimana da dimenticare iniziata con lo scontro in Puglia tra due treni, l'attentato terroristico a Nizza e il colpo di stato in Turchia.
Il primo mi coinvolge anche perché sono perfettamente conscia della dinamica dell'incidente da ferroviera quale sono. Il secondo perchè ancora una volta colpisce un paese che amo, dove più volte mi sono recata anche percorrendo la Promenade des Anglais a Nizza e la terza perchè mi sembra impossibile che possa ancora succedere una cosa così nel 2000.
Non voglio addentrarmi in discorsi politici, etici e morali ma mi auguro che tutto questo cessi, che si possa vivere in un mondo dove la prevaricazione e il malcostume sia bandito.
Alle famiglie coinvolte di questi fatti la mia vicinanza e preghiera.

mercoledì 13 luglio 2016

Il Polletto

Uno dei tanti scambi tra amiche xxxttine, come usiamo chiamarci noi malate di punto croce.
Compito ricamare il polletto tratto da un vecchio schema di tralala, confezione libera come suggerisce la fantasia ad ognuna di noi.
Per me l'uso poteva solo essere in cucina e quindi eccolo posto in un vaso dove possono trovare posto i mescoli che si usano quotidianamente.





E non potevo che accompagnarlo ad un ricettario. Purtroppo non ho trovato un pollo, ma lè simpatico anche con l'oca.

mercoledì 6 luglio 2016

E anche questo è finito

e mi piace un sacco. Si può dire un sacco? La mia maestra mi correggeva sempre, si dice molto, moltissimo, ma un sacco no. Però rende meglio l'idea.
Questo JJ è il degno compagno del Country Bloomers che ho ricamato due anni fa per il cesto della biancheria sporca. Era giusto anche avere un ricamo per i panni da stirare e perché non con il gatto sopra visto che anche la mia gatta non disdegna la pila di biancheria che appoggio sul divano in attesa del ferro da stiro?




In verità lo appenderò alla porta della stanza da lavoro dove comunque si stira d'estate perchè è più fresca.

sabato 25 giugno 2016

Troppo caldo

Non lo amo per nulla il troppo caldo. Mi piace il sole ma quello che scalda le ossa non che le arroventa. E quindi scapperei volentieri tra quei monti che amo tanto e che quest'anno mi hanno visto solo per due giorni.


Il gruppo del Catinaccio al tramonto e una passeggiata con Ares il cane del Rifugio Taramelli.


Una timida Genziana. 
Quest'anno la fioritura è abbastanza indietro per la stagione e ho trovato ancora soldanelle e botton d'oro appena sbocciati.


E non poteva mancare una foto rubata dal Ponte di Bassano a noi caro soprattutto per il "meso e meso" di Nardini. Sembra una cartolina da quanto è bello questo paesaggio che ci aspetta ad ogni rientro dai monti.

venerdì 24 giugno 2016

lunedì 13 giugno 2016

Consapevolezza

Ci sono momenti come questi in cui io prendo consapevolezza che una cosa mi piace, mi appartiene come gusto, come abitudine come possesso.
E questo è il momento delle rose. Mi piacciono in tutti i colori, le forme e composizioni, di qualsiasi materia siano esse fatte.

E così ecco le miei rose di mele, da una ricetta di Giallo Zafferano


E i miei ricami.



Il primo è il Sal di Maryse 2016, mese per mese si compongono le finestrelle per un totale di 9. Un lavoro che andrà avanti fino a settembre.
Il secondo è un ufo che sto riprendendo in mano anche se è sempre stato sul tavolino ad aspettare. Schema e lino presi qualche anno fa in fiera a Parigi. Il mio primo sampler.

E infine una stupenda rosa che mi è stata regalata qualche giorno fa. Perle Noire è il suo nome e la foto non rende giustizia al suo bellissimo colore e non fa sentire il suo profumo intenso.
Ora la pianteremo in giardino, e speriamo che arrivi un pò di sole.


sabato 11 giugno 2016

Confezione su commissione

Nonna spesso confeziona i ricami di Chiara, un'amica toscana residente da anni in Austria, ma questa volta non trattandosi di cucito, il ricamo l'ho confezionato io.



La foto purtroppo non rende molto, ma questo bel ricamo è su lino verde che esalta molto i colori usati. Chiara voleva un pannello da mettere sopra la porta di ingresso di casa sua. Il cartone non andava bene secondo me, in quanto poteva piegarsi. Allora ho preso un compensato leggero, incollato un foglio di imbottitura e poi il ricamo. Dietro ho piantato con gli appositi chiodini 4 gancetti così lo potrà senza problemi appendere al muro.
Stamane gliel'ho consegnata e mi è parsa davvero contenta del risultato.